Sono un Provocatore Culturale

“avvia le tue riflessioni senza pregiudizi, con una mente aperta e non fare assunzioni. Dimentica le tendenze e le tradizioni che ti circondano. Non concentrarti sulla creazione di una  grande idea: perché  sicuramente la stai già annusando nell’aria mentre galleggia intorno a te

Sono un Provocatore Culturale

 

… il pudor mi fa vile e prode l’ira

cauta in me parla la ragion, ma il core,

ricco di vizi e di virtù, delira:

morte tu mi darai fama e riposo 

                  (Ugo Foscolo,”Il proprio ritratto” da Sonetti, VII – VII bis)

 

“Il calzolaio va con le scarpe rotte …”

Benché professionalmente mi occupi  di marketing e comunicazione da molti anni, mi sono dedicato con poca diligenza al self-promotion, cioè alla ‘promozione’ della mia persona.

Sono molti anni, infatti,  che combatto con il mio pudore: la ragione mi parla e mi rende consapevole che c’è ancora tanto da imparare, anzi non si finisce, mai, di imparare.

Tuttavia, poiché oggi si fa impellente anche il solo apparire, dovrò pur iniziare,  prima di ‘morire’.

Ed ecco che un ‘ira’, da tempo latente, predomina sul pudore e, finalmente,  mi da il coraggio per iniziare il mio storytelling.

Ma perché sono ‘irato’?

Perché giorno per giorno mi accorgo sempre più  che sono tanti, molti, troppi coloro che –  seppur  con poche qualità, ma con grande caparbietà e doti comunicative –  si applicano in un  self-promotion senza pudore, e  sono riusciti ad imbonire un gran parte dei loro interlocutori, acquisendo una ‘malfondata’ fama.

Nel racconto  che sto iniziando ad elaborare per narrare la mia storia professionale, mi piacerebbe qualificarmi più che un esperto in un ‘qualcosa’ di inerente la produzione di Contenuti e la Comunicazione,                                                       un  ‘Provocatore Culturale’

Che cosa é?

Un Provocatore  Culturale e’  colui  che sfida lo status quo cercando di risolvere i problemi con idee nuove,  con l’intento di creare un mondo nuovo.  Se vuoi aspirare ad essere tale, la tua missione non è quella di sedare, ma di risvegliare, disturbare, comunicare, comandare, istigare e persino PROVOCARE” (George Lois)

George Lois e David Ogilvy  furono  gli uomini che usarono il termine “Big Idea” come simbolo di un ‘pensiero diverso’  nel marketing e la pubblicità.

 “Non puoi mai vincere la fama e la fortuna, a meno che non avrai inventato grandi idee. Ci vuole una grande idea per attirare l’attenzione dei consumatori per fargli acquistare il prodotto.            A meno che la tua pubblicità non contenga una grande idea, passerà come una nave nella notte”  (David Ogilvy)

Questi due signori, ritenuti  ‘guru’ del marketing,  avevano predetto che l’età del pensiero creativo era ormai sul viale del tramonto:  “quello che ti distingue per il successo è l’atto del fare, non di pensare di farlo. Sfida lo status quo. Prendi l’idea brillante dal tuo cervello e fai in modo  che succeda …  e crea un nuovo mondo”

La creazione e l’attuazione di una ‘Big Idea’ può essere descritta attraverso due principali approcci. Quello ‘Spontaneo’  e attraverso la ‘Ricerca’. Il primo  ci suggerisce di ‘sforzarsi’ in niente, ‘di permettere all’idea di formarsi naturalmente nella sfida di marketing che stai affrontando.

Lois suggerisce : “avvia le tue riflessioni senza pregiudizi, con una mente aperta e non fare assunzioni. Dimentica le tendenze e le tradizioni che ti circondano. Non concentrarti sulla creazione di una  grande idea: perché  sicuramente la stai già annusando nell’aria mentre galleggia intorno a te

 

3 risposte a "Sono un Provocatore Culturale"

Add yours

  1. La “big idea” è stata quella di fondare il Movimento Liberazione Italia. Per la prima volta nella storia della politica italiana si è pensato di fondare un movimento politico unendo cittadini in borghese con cittadini in “divisa”. E’ la chiave magica per iniziare una rivoluzione democratica per far fuori una partitocrazia che per decenni ha “ammorbato” il Paese.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: